Che Dio ti benedica - 1992


Che Dio ti benedica
Questa primavera
Fatte 'na pizza
Mal di te
Sono un cantante di blues
Sicily
Two pisces in alto mare
Allora si
Nuda
T'aggia vedè morta
Un angelo vero
Occhi blu non mi mollare
Pace e serenità
Soleado up and down
Testi

Che Dio ti benedica

Meno male che ho trovato un bel posto
Tutta la notte ci resterò
sabato sera argento vivo addosso
sei ancora in ufficio però
Dammi solo un'ora baby
un'ora per cambiare per farmi rimorchiare
Dammi solo un'ora baby
che Dio ti benedica
che fica
meno male che si può ballare
l'uno sull'altro addosso così
sono le quattro non guardarmi male
ho bevuto troppo si
Dammi solo un'ora baby
e un po' di coca-cola
che mi graffi la gola
Dammi solo un'ora baby
che Dio ti benedica
che fica
ho bisogno di qualcuno
che mi tiri un po' più su
perché sono un insicuro
non riesco neanche più!
Quando cammina si fa guardare
sembra la scena di un film
ed è arrapato come un animale
si guarda intorno si
Dammi solo un'ora baby
un'ora per cambiare per farmi rimorchiare
Dammi solo un'ora baby
che Dio ti benedica
che fica
ho bisogno di qualcuno
che mi tiri un po' più su
perché sono un insicuro
non riesco neanche più!
Che strana combinazione
tu chiamala complicità
che strana…sarà
Dammi solo un'ora baby
un'ora per cambiare per farmi rimorchiare
Dammi solo un'ora baby
che Dio ti benedica
che fica

Questa primavera

Il nostro amore vola
sul mondo e le città
per non lasciarti sola
in mezzo alla vita a penzà
il nostro amore sona
canzoni senza età
per cento volte ancora e mai si stancherà
pecchè sta primmavera
a te me fa' penzà
chissà addò staje stasera
si m'aje scurdato già
e in questa primavera l'Europa cambierà
la gente è più sincera
la pace arriverà
il nostro amore vola
tra il fumo e i bignè
nei bar del centro e allora
io penso ancora e te
il nostro amore sona forse un vecchio refrain
che resta in testa e allora
tu cantalo per me
questa primavera a te mi fa' penzà
chissà addò staje stasera
si m'aje scurdato già
in questa primavera l'Europa cambierà
la gente è più sincera la pace arriverà

 

Fatte 'na pizza

Fatte 'na pizza c'a pummarola 'ncoppa
vedrai che il mondo poi ti sorriderà
Fatte 'na pizza e crescerai più forte nessuno
nessuno più ti fermerà
Fatte 'na pizza lievete 'o sfizio
mafia che brutta bestia e c'hai ragione
noi non vogliamo questa tradizione
dieta mediterranea e ti fa' bene
ma a che ti serve se ti fai le pere
s.o.s. alla Nazione
noi non vogliamo questa tradizione
s.o.s. alla Nazione
adesso dateci una posizione
Fatte 'na pizza
c'a pummarola 'ncoppa
vedrai che il mondo
poi ti sorriderà
Fatte 'na pizza
e crescerai più forte
nessuno
nessuno più ti fermerà
fatte 'na pizza
lievete 'o sfizio
mio caro Presidente
lei è uno buono
ma non ci parli
sempre di perdono
e poi se c'è bisogno
siamo presenti
pensiamo piano
ma con i sentimenti
s.o.s. alla Nazione
noi non vogliamo questa tradizione
s.o.s. alla Nazione adesso dateci una posizione
pizza pizza margherita
se mangi con le mani poi ti lecchi le dita
pizza pizza capricciosa noi vogliamo
solamente
un'altra cosa che il mondo
non diventi come un grande cesso
con questa filosofia cca' nisciuno è fesso
Fatte 'na pizza c'a pummarola 'ncoppa

 

 

Mal di te

Ti prego parlami
non ti fermare
anche se gli altri ci guardano
non c'è niente di male
se prendo un po' di te
se prendi un po' di me
in questa strana atmosfera serena
son nato a Napoli
perciò mi piace il mare
sotto il segno dei pesci
ma non riesco più a navigare
perché ho
mal di te
ho solo
mal di te
In questa strana atmosfera serena
questa sera di luglio
li cielo è pieno di stelle
e i tuoi occhi scrivono
una canzone
sulla mia pelle
che cosa non darei
fermare adesso tutto
che cosa non farei
per dire che ti sento
perché ho
mal di te
ho solo
mal di te
In questa strana atmosfera serena
questa sera di luglio
li cielo è pieno di stelle
e i tuoi occhi scrivono
una canzone
sulla mia pelle
che cosa non darei
fermare adesso tutto
che cosa non farei
per dire che ti sento

 

Sono un cantante di blues

Sono un cantante di blues
e mi vesto male
mi piace il vino la birra
ma adesso bevo acqua minerale
sono un cantante di blues
che non si ferma per niente al mondo
porto i miei anni nei jeans
e qualche volta
ho toccato il fondo
sono un cantante di blues
mediterraneo
guardo il palco le luci la gente
cercando un aeroplano
sono un cantante di blues
per me la vita dura un istante
e poi va bene così
quando mi perdo in qualche ristorante
sensazione unica
perché la musica
ti prende anche l'anima
mentre il cuore
sta spingendo in America
si chiude l'uocchie
nun me sceto 'cchiù!
Sono un cantante di blues
e mi vesto male
non posso darti
credimi
una vita normale
sono un cantante di blues
con mille storie
e mille promesse
ma intanto fuori di qui
le cose sono sempre le stesse
sensazione unica
perché la musica
ti prende anche l'anima
mentre il cuore
sta spingendo in America
si chiude l'uocchie
nun me sceto 'cchiù!

 

 

Sicily

Un posto ci sarà
per questa solitudine
perché mi sento così inutile
davanti alla realtà
Un posto ci sarà
fatto di lava e sole
dove la gente sa che è ora di cambiare
Un posto ci sarà
dove puoi alzarti presto
il giorno finisce per dispetto
e haje voglia di alluccà

Che un posto ci sarà
dove si pesca ancora
e il mare porterà
una storia nuova
io son pazzo di te
'e chesta furtuna
Sicily terra e nisciuno

Un posto ci sarà
per essere felici
cantare a squarciagola
e dici tutt' chell' ca vuo' tu
Un posto ci sarà
dove si spera ancora
la gente porterà
una storia nova
io son pazzo di te
'e chesta furtuna
Sicily
terra 'e nisciuno

 

T'aggia vede' morta

T'aggia vede' morta
pe' tutt'e' notte
c'aggio passato cull'uocchie apierte
t'aggio cercato pe' dint' 'o lietto
T'aggio vede' morta
pe' chello che è stato
primma 'e sape' che staje 'nzieme a nato
primma che moro o cado malato
comm' faccio a me scurdà
ca si' stat' 'o primm' ammore
si servesse a te scurda'
me facesse 'o munno a pere
sulo pe' nun te 'ncuntrà
T'aggio vede' morta
'e morta lenta
pe' fa felice pure i parenti
ca si tu muore so' cchiù cuntente
T'aggio vede' morta 'mmiezo a 'na via
tu e chella guarda cessa 'e tua zia
che va dicenn' ca è colpa mia
comm' faccio a me scurdà
ca si' stat' 'o primm' ammore
si servesse a te scurda'
me facesse 'o munno a pere

 

Un angelo vero

Seduto in mezzo al traffico
ho visto un angelo vero
volava sopra il Vomero e
il cielo era sereno
da S. Martino vedi tutta quanta la città
col mondo in tasca e senza dirsi una parola
io ti ricordo ancora
seduto in mezzo al panico
nasconde una pistola
Gennaro è in fondo al vicolo
vive con un nodo in gola
città che non mantiene mai le sue promesse
città fatta di inciuci e di fotografia
di Maradona e di Sofia
Ma è la mia città
tra l'inferno e il cielo
dimmi se sei tu
quell'angelo vero
non andare via
è il tempo della musica
ti aspetto giù al portone
ma il lunedì di Pasqua
al porto c'è sempre confusione
la scuola non mantiene
mai le sue promesse
ed io mi perdo ancora
fra le mie pazzie
e le tue bugie
Ma è la mia città
tra l'inferno e il cielo
dimmi se sei tu
quell'angelo vero
non andare via

 

Occhi blu non mi mollare

Occhi blu
che si fermano sul mondo
e guardano giù
dove il mare è più profondo
dove è nascosta la felicità
facciamoci del male
della serie senza pietà
Occhi blu
diritto in fondo a questa strada
ci sei tu
troppo seria questa giornata
per dire che tra noi non finirà
anche se ti comporti bene
vedrai qualcuno ti giudicherà
siamo liberi
di correre verso il futuro
dir rompere perché no
quel vecchio muro
per esser più veri
Occhi blu
spaventati dalla vita
non stare giù
domani poi sarà finita
in questo vivere
ti prego non mi mollare
i' sto' buono sulo cu' te
Occhi blu
che ti guardano le spalle
non ti senti più
un uomo solo e senza palle
noi che sciupiamo questa verità
in un mondo di bugie 'sta sfaccimma
'e società
siamo liberi di correre
così verso il futuro
di rompere perché no quel vecchio muro
per essere più veri più veri

 

 

Pace e serenità

Si me vuò bene overamente
nun me faciss' cchiù aspettà
io non ti ho chiesto mai niente
solo pace e serenità
si me vuò bene overamente
saje che so' uno che s'accuntenta
quann' le storie sono strane
miracoli non se ne ponno fa'
si me vuò bene overamente
circ' 'e me suppurtà
quann' me perdo 'mmiezzo 'a gente
quann' m'assetto a te parlà
quann' sto zitto jurnate sane
pecchè nun me ne fido 'cchiù

Soleado up and down

Soleado
e la tristezza
se ne va
desperado in questa città
soleado
up and down
across the sea
desperado tanto 'o ssaje è accussì

   

Artisti:

___________________

Pino Daniele:
testi(tranne "T'aggia vedè morta"-di Massimo Troisi)
musica* e chitarre
Rosario Iermano:
percussioni
Antonio Annona:
tastiere
Carol Steele:
percussioni
Jimmy Earl:
basso elettrico
Lele Melotti:
batteria
Ralph Towner:
tastiere
Bruno De Filippi:
armonica
Chick Korea:
piano acustico, tastiere.

Registrato tra il 92 e il 93 negli studi:
Suono di ripetta-Roma e Logic studio
di Milano.

*Sicily e Soleado up and down di: Pino Daniele - Chick Korea
   

 


 

 

 

Google
Web Scusate il ritardo