Biografia Massimo Troisi

Massimo Troisi

Massimo Troisi nasce a San Giorgio a Cremano in provincia di Napoli nel 1953, in una famiglia molto numerosa.
Inizia a fare teatro sin da giovanissimo, già con i suoi amici “Lello Arena” ed “Enzo Decaro”, con cui più tardi (1977) formerà il mitico trio chiamato “La smorfia”, che avrà un grande successo anche per le partecipazioni ad una trasmissione televisiva.

Nello stesso periodo Massimo conoscerà Pino Daniele con cui nasce una grande amicizia. Con lo stesso collaborerà in diverse occasioni. Infatti dopo la divisione del trio, Massimo inizia la sua carriera cinematografica, e nel 1981 crea uno dei suoi capolavori: “Ricomincio da tre” nella doppia veste di attore e regista, la cui colonna sonora è firmata da Pino Daniele appunto. Un film costato pochissimo e che riscuote subito un grande successo popolare.

 

Nel 1983 Massimo si ripete con “Scusate il ritardo” in cui la comicità di coppia fra lui e Lello Arena, tocca picchi altissimi. Nello stesso anno partecipa al film ad “No grazie il caffè mi rende nervoso” sempre con Lello Arena, con la regia di: Lodovico Gasparini. L’ anno successivo in collaborazione con Roberto Benigni, nasce “Non ci resta che piangere”. Nel 1985 Massimo prende parte al film: “Hotel colonial” per la regia di Cinzia TH Torrini. Nel 1987 ritorna regista per: “Le vie del Signore sono finite” in cui ritornano le musiche di Pino Daniele. A seguire interpreterà tre film di Ettore scola: “Splendor”, “Che ora è” e “Il viaggio di capitan fracassa”.

 

Nel 1991 dal suo genio tira fuori un’altro successo: “Pensavo fosse amore invece era un calesse”.  Ci sarà un doppio scambio con Pino, infatti lui scriverà la musica per il film e Massimo scriverà una canzone per il successivo disco di Pino. La canzone è: “‘O ssaje comme fà ‘o core” contenuta nell’album “Sott’ ‘o sole”. Già sofferente alla valvola mitralica, nel 1994 partecipa a: “Il postino” di Michael Radford e Massimo Troisi, Ma gli angeli volevano ridere, e l’ hanno chiamato lassù.


Condividi